Home Blog Adwords Blog Posizionamento annunci AdWords

Posizionamento annunci AdWords

85
Posizionamento annunci AdWords
Posizionamento annunci AdWords

Il posizionamento annunci Adwords è tra gli effetti necessari di cui si occupa il consulente che si occupa della gestione campagna Adwords.

L’annuncio, per spiegare appieno i suoi effetti benefici, deve posizionarsi tra i primi posti della pagina dei risultati di ricerca Google.

Esempio di Posizionamento annunci AdWords

Se osserviamo una pagina di risultati di ricerca Google, vedremo che i primi posti above the fold sono quasi sempre occupati da annunci Adwords.

esempio posizionamento annunci adwords
esempio posizionamento annunci adwords

Altri annunci AdWords possono rinvenirsi a destra o in fondo alla pagina.

È facile intuire quanto sia decisivo per la riuscita di una campagna posizionare il proprio annuncio tra le primissime posizioni.

Come avviene l’asta di Google Adwords

Nell’asta pubblicitaria Google mette a confronto più annunci rispetto a una determinata query di ricerca e decide come devono essere posizionati e quali devono essere i primi ad essere visti.

Quando un utente scrive una parola chiave o una frase chiave nel motore di ricerca Google, l’algoritmo di AdWords cerca tutti gli annunci le cui parole chiave corrispondono a quella ricerca determinata.

Tra tutti gli annunci selezionati, AdWords elimina in una frazione di secondo tutti quelli che non sono abilitati ad essere visti in quel caso concreto perché, ad esempio, sono targettizzati per un paese diverso da quello dal quale proviene la ricerca.

Tra tutti gli annunci selezionati dall’algoritmo, AdWords si preoccupa di far visualizzare gli stessi in un ordine per rilevanza di modo che l’esperienza dell’utente sia la migliore possibile.

Google Adwords posiziona al primo posto l’annuncio secondo lui più rilevante tenendo conto dei fattori che diremo di seguito.

Quali fattori contribuiscono al ranking dell’annuncio ?

Ci sono diversi fattori che influenzano il posizionamento degli annunci in una pagina tra i quali

  • l’offerta
  • il formato degli annunci
  • il click-through rate (CTR) previsto
  • la pertinenza dell’annuncio
  • l’esperienza della pagina di destinazione

L’offerta

Quanto siamo disposti a pagare per un click influisce certamente sul posizionamento ma l’offerta non è l’unico fattore importante da tenere in considerazione al fine di ottenere il miglior ranking.

Non è detto che le offerte più elevate determinino la massima visibilità è il miglior posizionamento nella pagina dei risultati di ricerca.

Non si deve confondere l’offerta qui intesa con il costo effettivo di un click.

Formato degli annunci

Il formato degli annunci consentiti può contribuire ad un miglior posizionamento ma non è l’unico fattore da tenere in conto.
Ad esempio utilizzando le estensioni dell’annuncio come ad esempio i sitelink o il numero di telefono si potrebbe rafforzare il proprio posizionamento.

CTR atteso

Avere un CTR atteso alto significa avere una maggiore probabilità che l’annuncio venga cliccato e questo è certamente un fattore che Google prende in considerazione per il ranking ma non è certamente l’unico.

Per CTR atteso si intende la previsione di quanto spesso il tuo annuncio sarà cliccato quando viene visualizzato per una determinata parola chiave.
L’algoritmo di AdWords calcola quante volte potrebbe essere cercata quella parola chiave e quanti utenti hanno fatto clic sull’annuncio in passato.

Pertinenza e rilevanza dell’annuncio

La pertinenza dell’annuncio rispetto alla parola chiave digitata è senz’altro importantissima per un migliore posizionamento. Questo fattore concorre anche con altri.

La pertinenza dell’annuncio viene calcolata analizzando la lingua dell’annuncio per determinare quanto sia correlata alla parola chiave usata dall’utente per cercare soddisfazione alla propria richiesta .

Pertinenza della pagina di destinazione

Anche la pertinenza della pagina di destinazione, la cosiddetta landing page, è importante al fine di ottenere un miglior posizionamento dell’annuncio AdWords.

Adwords tiene conto in modo particolare dell’esperienza positiva dell’utente sulla pagina di destinazione. In essa Adwords giudica la originalità e rilevanza dei contenuti, se aiutano l’utente a raggiungere il proprio scopo, se la pagina sia navigabile facilmente, se si capisce bene cosa si offre.

Il quality score: il punteggio di qualità di Adwords

Tutti i fattori che abbiamo visto sopra vanno a determinare un punteggio di qualità dell’annuncio, detto anche “quality score”.

Gli annunci che si posizionano meglio sono quelli che hanno un punteggio di qualità migliore.

Ad Rank, rank dell’annuncio

Il Rank dell’annuncio è un valore utilizzato per determinarne la posizione nella pagina punto gli annunci con Ad rank superiore si posizionano meglio.

Come abbiamo più volte ricordato non ho detto che ti offre di più abbia un Ad Rank superiore ad altri ed un buon posizionamento migliore.

Ben può capitare che chi offre di più possa essere posizionato ben al di sotto di altri concorrenti che offrono meno. Questo perché chi offre di più presente in quel momento, per quella parola chiave, una qualità dell’annuncio della pagina destinazione molto inferiori, non presenta formati di annuncio particolarmente utili a differenza dei propri concorrenti che pur offrendo di meno grazie al miglioramento di altri fattori riescono a prevalere sul posizionamento.

Anche se i concorrenti offrono di più si poteva un posizionamento migliore ad un prezzo inferiore grazie a parole chiave e annunci maggiormente pertinenti rispetto a quelli dei competitors.

Tutto quanto abbiamo descritto sopra, in poche parole l’intera asta AdWords, avviene per ogni singola parola chiave utilizzata in ogni singola ricerca fatta da ogni singolo utente Google.

Il nostro consulente Adwords tiene conto di tutto ciò durante il suo lavoro.