Google Ads sta introducendo una nuova funzionalità che influenzerà la gestione delle parole chiave inattive nei tuoi account pubblicitari.

A partire da giugno 2024, il sistema inizierà a mettere in pausa automaticamente le parole chiave che non hanno mostrato attività significativa, al fine di ottimizzare l’efficacia delle campagne pubblicitarie.

Cosa cambia?

Le parole chiave definite come “a bassa attività” sono quelle che, nonostante siano state create più di 13 mesi fa, non hanno generato alcuna impressione negli ultimi 13 mesi.

Queste saranno automaticamente messe in pausa dal sistema, evitando così sprechi di risorse e migliorando la focalizzazione su elementi più produttivi.

Motivazioni del cambiamento

Questo aggiornamento è guidato dalla volontà di Google Ads di semplificare la gestione degli account degli inserzionisti, permettendo loro di concentrarsi maggiormente sulle parole chiave che effettivamente contribuiscono al successo delle campagne.

L’obiettivo è rendere le campagne più snelle e più efficienti, eliminando il sovraccarico di elementi non performanti.

Passi futuri per gli inserzionisti

Se ritieni che una parola chiave messa in pausa sia ancora vitale per la tua campagna, hai la possibilità di riattivarla manualmente.

È consigliabile, tuttavia, riattivare solo quelle parole chiave di cui prevedi un’imminente utilità, visto che saranno soggette a una nuova pausa automatica qualora non registrino impressioni nei tre mesi successivi alla riattivazione.

Questo aggiornamento mira a migliorare l’efficienza delle campagne su Google Ads, garantendo che le risorse siano allocate in modo più efficace e che gli inserzionisti possano ottenere il massimo ritorno dall’investimento nelle loro attività pubblicitarie.

Resta aggiornato, iscriviti alla Newsletter di Dopstart

×