Cercare di capire come si compone una pagina web per Google è importante per tutta una serie di valutazioni che il consulente web marketing è tenuto a fare nel costruire la comunicazione delle diverse pagine web.

Indice

Le parti del contenuto di una pagina web

Per Google il contenuto di una pagina web può essere classificata in tre parti (non necessariamente coesistenti): contenuto principale (Main Content o MC), contenuto supplementare (Supplementary Content o SC), e pubblicità / monetizzazione (ADS).

Per comprendere la qualità del contenuto della pagina è importante distinguere tra queste diverse parti della pagina web.

Google invita i quality raters (vedi Google – Search Quality evaluator guidelines, Dec 15, 2022 ad approfondire e andare oltre eventuali difficoltà che possono essere poste dalla progettazione grafica della stessa pagina. Alcuni contenuti potrebbero essere, per esempio, nascosti da tabs che ne rivelerebbero il testo soltanto cliccandoci sopra, e quel contenuto può essere considerato sia MC che SC (difficilmente si rendono non visibili immediatamente le ADS).

Si distingue dunque tra:

  • Contenuto principale (MC):  parte del contenuto che aiuta direttamente la pagina raggiungere il suo scopo. E’ la ragione dell’esistenza della pagina. La qualità del MC gioca un ruolo molto importante nella valutazione della qualità di una pagina web.
  • Contenuto complementare (SC):  E’ la parte del contenuto che di per sé non potrebbe aiutare la pagina a raggiungere il suo scopo ma contribuisce alla pagina di realizzare meglio il suo scopo aiutando l’esperienza utente.
  • Annunci / monetizzazione (ADS): Pubblicità e monetizzazione aiutano i siti web a mantenersi e la presenza o meno di annunci non è di per sé motivo per una valutazione di qualità.

Non tutti gli elementi contenutistici di una pagina possono essere giudicati nello stesso modo. Si deve sempre vedere allo scopo di una pagina web. Pertanto le recensioni possono essere considerate parte del contenuto principale mentre altre recensioni possono essere considerate contenuto supplementare.

Il contenuto principale (MC) di una pagina web

Il contenuto principale (MC acronimo di Main Content) è una parte della pagina che aiuta direttamente a raggiungere il suo scopo.

Solitamente sono i webmaster a determinare e a controllare il contenuto principale della pagina con eccezione nei casi, per esempio, di contenuti user generated.

Il contenuto principale può essere formato di testo, immagini, video, programmi (ad esempio una calcolatrice). Nelle pagine con contenuto generato dagli utenti il contenuto principale può essere fatto di recensioni, articoli, video.

Le stesse recensioni possono essere considerate come parte del contenuto principale di una pagina web quando per esempio una scheda di un hotel si arricchisce con le maggiori informazioni generate dalle recensioni degli utenti e le stesse si concretano in un giudizio complessivo sulla qualità del prodotto (spesso espresso con un vero e proprio numero o segno).

Ricollegandoci al concetto di scopo si possono fare alcuni esempi di contenuti principali tipici:

  • La home page di un sito di news ha come scopo di fornire notizie. Dunque il suo contenuto principale sono le news richiamate in home page.
  • Un articolo di un sito di news ha come scopo di permettere la fruizione della notizia. Il contenuto principale è dunque l’articolo stesso.
  • La pagina prodotto di un sito di e-commerce ha lo scopo di vendere il prodotto o dare informazioni sul prodotto. Il contenuto principale è la pagina stessa del prodotto, considerando che recensioni, informazioni sulle spedizioni e pagamenti che spesso corredano la pagina prodotto possono essere considerati come parti del contenuto principale.
  • La pagina video ha come scopo di permettere agli utenti di vedere il video. Il suo contenuto principale è dunque il video.
  • Una pagina di conversione euro-dollaro ha come scopo di permettere il calcolo nelle due differenti valute. Il suo contenuto principale è il convertitore di valuta.
  • Un post di un blog ha come scopo quello di far leggere il post stesso. Il suo contenuto principale è il post.
  • La home page di un motore di ricerca ha come scopo quello di permettere agli utenti di scrivere una query di ricerca e cercare informazioni su internet. Il suo contenuto principale è la casella di ricerca.
  • La login page di una banca on line ha come scopo di permettere gli utenti a loggarsi. Il suo contenuto principale sono le caselle di login e password.

Il contenuto supplementare (SC) di una pagina web

La funzione del contenuto supplementare è quella di arricchire l’esperienza utente sulla pagina, ma da sola non è sufficiente a raggiungere lo scopo della pagina.

Anche il contenuto supplementare è solitamente controllato dal webmaster ed è una parte importante della user experience (UX).

Sue caratteristiche distintive dunque sono:

  • collegamento al topic e al contenuto principale ( MC )
  • compatibilità con lo scopo della pagina
  • utilità per il lettore che vede migliorata la sua esperienza

Esempi tipici: il breadcrumb che aiuta l’utente nella navigazione da una pagina all’altra, le foto di corredo ad un articolo di news, il testo di help che spiega come loggarsi prima delle caselle di login e pass, gli articoli correlati o consigliati all’utente che aggiungono valore al contenuto principale, i link verso altre pagine o siti ecc., i tasti di condivisione social, i commenti ad un articolo di news.

Riconoscere le ADS di una pagina web

La presenza di annunci pubblicitari o Ads non è di per sé un motivo di abbassamento della qualità della pagina in quanto possono contribuire ad una buona esperienza utente.

Inoltre senza la possibilità di monetizzare probabilmente non esisterebbero tanti siti web utili e seguiti.

Gli annunci pubblicitari possono essere etichettati come “annunci”, “link sponsorizzati”, “Annunci sponsorizzati”, “risultati sponsorizzati”, ecc ma potrebbero non avere alcuna etichetta. Pensiamo ad annunci che sembrano ben mascherati da articoli correlati.

Gli annunci sono comunque sempre riconoscibili dal fatto che cliccandoci sopra portano ad un altro sito (ed ovviamente non sono ascrivibili alla categoria dei link esterni in qualità di contenuto supplementare).

Gli annunci possono cambiare quando si ricaricare la pagina, e diversi utenti possono vedere diversi annunci sulla stessa pagina.

Il webmaster può scegliere di far visualizzare gli annunci sulla loro pagina in determinate posizioni ma nel caso delle reti pubblicitarie non possono determinare il contenuto dell’annuncio che sarà visto agli occhi dell’utente (pensiamo per esempio ad Adsense).

Resta aggiornato, iscriviti alla Newsletter di Dopstart

×