Home Blog Adwords Blog Adwords. Come scegliere una buona strategia di offerta

Adwords. Come scegliere una buona strategia di offerta

71
strategia di offerta adwords
strategia di offerta adwords

La strategia di offerta

Con Google AdWords è possibile scegliere una determinata strategia di offerta per raggiungere determinati obiettivi aziendali e pubblicitari.

Nell’impostare una strategia di offerta è importante prendere in considerazione tre elementi fondamentali.

  • Il budget complessivo spendibile
  • Gli obiettivi della campagna pubblicitaria
  • Il valore di una vendita o di una conversione

Per fare un esempio di quanto questi fattori siano importanti, non è possibile avere un budget di 1000 euro per vendere un oggetto al prezzo di 10 € e spendere per un click 100 €.

Asta di AdWords e strategia di offerta

Come abbiamo più volte ripetuto in precedenti post, AdWords lancia un’asta ogni volta che un utente cerca una parola chiave specifica e il nostro annuncio verrà visualizzato ogni qualvolta la keyword rientra tra quelle da noi scelte per la campagna.

Ogni volta che viene lanciata un’asta Adwords decide quali annunci far visualizzare all’utente.

E’ l’offerta che ci fa entrare in questa asta. Se l’offerta non è adeguata non entreremo nell’asta e i nostri annunci non saranno mostrati.

Offerte manuali e automatizzate

E’ possibile usufruire di due tipi di offerta: manuale e automatizzata.

Con l’offerta manuale decidiamo di impostare le offerte in modo manuale e indipendente per livello di gruppi di annunci, per singole parole chiave o per posizionamento di annunci.

Questo sistema permette di offrire più soldi per i click che per noi valgono di più (perché ad esempio portano maggiori conversioni).

Con l’offerta automatizzata lasciamo decidere al software di AdWords come aggiustare le offerte per ottenere il massimo rendimento.
Noi dobbiamo solo preoccuparci di impostare un budget quotidiano. Al resto ci pensa AdWords.

E’ questa certamente una soluzione utile per chi inizia a familiarizzare con questo sistema di ADV firmato da Big G.

Una strategia di offerta per ogni obiettivo

Se decidiamo di fare una campagna AdWords per costruire una maggior consapevolezza dell’azienda la strategia migliore potrebbe essere quella di concentrarsi sull’obiettivo di avere maggiori impressions possibili.

A questo proposito potremmo optare per modelli di costo specifici come il CPM, il vCPM o il CPV.

Se il nostro obiettivo è avere più visite al sito web l’offerta migliore può considerare il modello di costo CPC sia con offerta manuale che automatica.

L’obiettivo di vendere prodotti on line dovrebbe invece farci concentrare sulle conversioni e, a questo proposito, considerare un modello di costo del tipo CPA.

Prima di rendere operativa la nostra offerta possiamo utilizzare il simulatore di offerta, il pianificatore di parole chiave e le stime di offerta per la prima pagina.

Aumentare il ROI (Return on Investment)

E’ importante prima individuare quali parole chiave porta più click, da quali località, con quali tempi e dispositivi si stanno ottenendo buoni risultati.

Sulla base di questi dati il nostro consulente adwords modifica le tue offerte per ottenere il massimo rendimento.

Per fare un esempio se una parola chiave ha un CPC medio basso, ma ogni clic si converte bene, si provvedere ad aumentare l’offerta CPC massima al fine di migliorare la posizione media dell’annuncio per quella parola chiave.