Webmaster! Wow era il capo. Ricordo ancora bene quando giovanissimo, umile specialista SEO alle prime armi, appena assunto in una web agency, il mio capo ufficio mi mostrò il bigliettino da visita aziendale dove sotto al suo nome campeggiava la scritta elegante in corsivo: “Webmaster”. Era il nostro capo settore, colui che decideva come doveva essere fatto un sito; colui che dava ordini e organizzava la squadra sui lavori in corso. Era semplicemente il nostro capo!.

La figura del webmaster, quasi mitica, sembra man mano scomparire. Sembra!. Ma cerchiamo di capire di più.

Introduzione: definizione di webmaster, ruolo e competenze

Il webmaster è una figura professionale fondamentale per la creazione e la gestione di siti web. Le sue competenze tecniche e non tecniche gli consentono di garantire che il sito web sia sempre aggiornato, funzionante e accessibile agli utenti.

Definizione di webmaster

Il termine “webmaster” deriva dall’inglese “web master” ed è la traduzione letterale di “padrone del web”. In realtà, il webmaster non è il proprietario del sito web, ma è la persona che ne è responsabile della realizzazione e della manutenzione.

Ruolo del webmaster

Il webmaster svolge un ruolo fondamentale nella creazione e nella gestione di un sito web. Le sue principali attività includono:

  • Progettazione del sito web: il webmaster deve definire la struttura e il layout del sito web, in linea con gli obiettivi del cliente.
  • Realizzazione del sito web: il webmaster deve sviluppare il sito web, utilizzando le tecnologie e le tecniche appropriate.
  • Manutenzione del sito web: il webmaster deve garantire che il sito web sia sempre aggiornato e funzionante.

Competenze del webmaster

Per diventare webmaster, è necessario possedere una serie di competenze tecniche e non tecniche. Tra le competenze tecniche, figurano:

  • Conoscenza di HTML, CSS e JavaScript: questi sono i linguaggi di base per la creazione di siti web.
  • Conoscenza di linguaggi di programmazione server-side: questi linguaggi sono utilizzati per sviluppare le funzionalità dinamiche del sito web.
  • Conoscenza di database: i database sono utilizzati per archiviare i dati del sito web.

Tra le competenze non tecniche, figurano:

  • Capacità di lavorare in team: il webmaster spesso collabora con altre figure professionali, come web designer, sviluppatori di software e content writer.
  • Capacità di risolvere problemi: il webmaster deve essere in grado di risolvere i problemi tecnici che possono verificarsi sul sito web.
  • Capacità di comunicare efficacemente: il webmaster deve essere in grado di comunicare con i clienti e con gli altri membri del team.

Ruolo del webmaster all’interno di un’agenzia web

Attività del webmaster all’interno di un’agenzia web

Come detto sopra, il webmaster si occupa principalmente di progettazione e realizzazione e manutenzione dei siti web ma non solo.

Oltre alle attività generali già menzionate, il webmaster all’interno di un’agenzia web può svolgere anche le seguenti attività specifiche:

  • Installazione e configurazione del software e dell’hardware necessari per il funzionamento del sito web.
  • Gestione del database del sito web.
  • Ottimizzazione del sito web per i motori di ricerca.
  • Sicurezza del sito web.
  • Backup e ripristino dei dati.

La specifica attività del webmaster all’interno di un’agenzia web può variare in base alle dimensioni dell’agenzia e alla natura dei siti web che sviluppa.

Le competenze del webmaster possono variare
Le competenze del webmaster possono variare

Come diventare webmaster

Diventare webmaster richiede tempo e impegno, ma può essere una carriera gratificante. Con le giuste competenze e la giusta esperienza, si può avere successo in questo campo.

Se ti piacerebbe diventarlo ecco una guida generale su come diventare un webmaster:

  1. Apprendere le basi del web design e dello sviluppo web:
    • HTML (HyperText Markup Language): Impara a creare la struttura di base delle pagine web utilizzando HTML.
    • CSS (Cascading Style Sheets): Scopri come applicare stili e formattazione alle tue pagine web utilizzando CSS.
    • JavaScript: Approfondisci le tue conoscenze su JavaScript per aggiungere interattività e funzionalità avanzate al tuo sito web.
  2. Conoscere uno o più CMS (Content Management System):
    • Inizia subito a far pratica. Scegli almeno un CMS popolare come WordPress, Joomla, Drupal o altri, a seconda delle tue esigenze. Questi sistemi semplificano la creazione e la gestione di siti web senza richiedere una conoscenza approfondita della programmazione.
  3. Registrazione del dominio e hosting:
    • Scegli un nome di dominio adatto al tuo sito web e registrane uno presso un registrar di domini. Successivamente, seleziona un servizio di hosting web per ospitare il tuo sito. Potrebbe diventare il sito con cui troverai nuovi clienti.
  4. Progettazione del sito web:
    • Progetta il layout e la struttura del tuo sito web. Assicurati che sia intuitivo per gli utenti e risponda alle tue esigenze o agli scopi del sito.
  5. Creazione di contenuti:
    • Crea contenuti di alta qualità per il tuo sito web, tra cui testi, immagini, video, ecc.
  6. Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO):
    • Impara i principi di base dell’ottimizzazione per i motori di ricerca per migliorare la visibilità del tuo sito web nei risultati di ricerca.
  7. Test e debug:
    • Assicurati che il tuo sito web sia privo di errori e funzioni correttamente su diversi browser e dispositivi.
  8. Sicurezza:
    • Proteggi il tuo sito web da attacchi e minacce online. Mantieni il software del sito web e i plugin aggiornati per garantire la sicurezza.
  9. Aggiornamenti regolari:
    • Mantieni il tuo sito web aggiornato con contenuti freschi e nuove funzionalità. Rispondi ai commenti degli utenti e mantieni una presenza online attiva.
  10. Apprendimento continuo:
    • Il web design e lo sviluppo web sono campi in continua evoluzione. Continua a imparare nuove tecniche e strumenti per migliorare le tue abilità.
  11. Gestione del tempo e delle risorse:
    • Gestisci il tuo tempo ed eventualmente le risorse (come il personale) in modo efficace per mantenere e sviluppare il tuo sito web.
  12. Comunicazione e promozione:
    • Promuovi il tuo sito web attraverso i social media, la pubblicità online e altri canali di marketing per attirare visitatori.

Sembra un po’ troppa roba 🙂 in realtà alcune competenze sono proprie di altre figure (per esempio del “web designer” di cui parleremo di seguito) ma un buon webmaster deve gestire un team e deve conoscere più cose possibili e fare esperienze dirette.

La differenza tra webmaster e web designer

Il ruolo del webmaster e del web designer sono distinti e comportano responsabilità e competenze diverse nel mondo del web. Ecco le principali differenze tra i due ruoli:

Webmaster:

  1. Gestione del sito web: Il webmaster è responsabile della gestione quotidiana di un sito web. Questo include l’aggiornamento dei contenuti, l’implementazione di nuove funzionalità, la risoluzione di problemi tecnici e la manutenzione generale del sito.
  2. Sicurezza e manutenzione: I webmaster sono spesso responsabili della sicurezza del sito web. Devono assicurarsi che il sito sia protetto da attacchi informatici, malware e altre minacce online. Devono anche eseguire backup regolari e garantire che il sito funzioni in modo affidabile.
  3. Monitoraggio delle prestazioni: Il webmaster tiene d’occhio le prestazioni del sito web. Questo può includere il monitoraggio del traffico, l’analisi delle statistiche del sito e l’ottimizzazione per migliorare la velocità di caricamento e l’esperienza dell’utente.
  4. Gestione dei server e dell’hosting: Alcuni webmaster possono essere coinvolti nella gestione dei server o dell’hosting web, assicurando che il sito sia sempre disponibile e funzioni correttamente.
  5. Risoluzione dei problemi tecnici: I webmaster sono responsabili della risoluzione di problemi tecnici, sia a livello di codice che di infrastruttura. Devono individuare e risolvere eventuali errori o malfunzionamenti del sito.

Web Designer:

  1. Progettazione e sviluppo del sito: Il web designer è coinvolto nella progettazione visiva e strutturale del sito web. Questo include la creazione del layout, la scelta dei colori, la tipografia, la progettazione dei menu di navigazione e la disposizione dei contenuti.
  2. Usabilità e esperienza dell’utente: I web designer si concentrano sull’usabilità e sull’esperienza dell’utente. Lavorano per assicurarsi che il sito sia intuitivo da utilizzare e offra una buona esperienza all’utente.
  3. Design grafico: I web designer creano elementi grafici come immagini, loghi e icone per il sito web. Devono avere competenze nella progettazione grafica e nell’uso di strumenti come Adobe Photoshop o Illustrator.
  4. Conoscenza dei linguaggi di marcatura e stile: I web designer devono conoscere HTML, CSS e talvolta JavaScript per implementare il loro design sul sito web. Possono anche utilizzare CMS (Content Management System) come WordPress o Joomla per costruire siti web senza scrivere codice da zero.

In sintesi, il webmaster si concentra sulla gestione e manutenzione quotidiana del sito web, inclusa la sicurezza e la gestione del server, mentre il web designer si concentra sulla progettazione visiva e strutturale del sito, assicurandosi che sia attraente ed efficiente per gli utenti. Spesso, questi ruoli collaborano strettamente per creare e gestire un sito web di successo.

La tipica postazione di un webmaster
La tipica postazione di un webmaster

Attività del webmaster dopo la pubblicazione del sito web

Dopo la pubblicazione di un sito web, il lavoro del webmaster è essenziale per garantire che il sito funzioni correttamente, occupandosi della sua manutenzione.

Tuttavia moltissimi webmaster oggi sono ditte individuali con partita iva che fanno praticamente di tutto. In questo caso la sua preoccupazione sarà anche attirare visitatori e fornire una buona esperienza utente. Ecco alcune delle attività principali che il webmaster lavoratore autonomo dovrebbe svolgere dopo la pubblicazione del sito:

  1. Aggiornamento dei contenuti: Se previsto da contratto il webmaster potrebbe essere chiamato a mantenere il sito web fresco e aggiornato. La figura più idonea sarebbe il “seo copywriter” ma moltissime ditte non possono permettersi una figura aggiuntiva. Ecco che il webmaster pubblica regolarmente nuovi contenuti, come articoli, notizie, immagini o video perché dopo aver fatto un corso SEO sa bene che l’aggiornamento costante del sito web è importante sia per l’interesse degli utenti che per i motori di ricerca.
  2. Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO): Il webmaster spesso offre direttamente consulenza SEO. Continuerà ad ottimizzare il sito per i motori di ricerca. Rivedrà e aggiornerà le parole chiave, le meta tag e le descrizioni per migliorare la visibilità del sito web nei risultati di ricerca.
  3. Monitoraggio delle prestazioni: Il web master in veste web marketer utilizza strumenti di analisi web per monitorare il traffico del sito, le pagine più visitate e le metriche chiave. Queste informazioni lo aiuteranno a comprendere come gli utenti interagiscono con il sito e a identificare eventuali problemi.
  4. Sicurezza: Mantenere il sito web sicuro da minacce online. Aggiornare regolarmente il software del sito, inclusi plugin e temi, per coprire eventuali vulnerabilità di sicurezza. Eseguire backup regolari dei dati e del database.
  5. Gestione dei commenti: Se si consente ai visitatori di commentare sui contenuti del sito, è importante monitorare e rispondere ai commenti in modo tempestivo. Ciò può contribuire a stimolare l’interazione e a creare una comunità attiva.
  6. Gestione dei problemi tecnici: Risolvere prontamente eventuali problemi tecnici o errori che possono verificarsi sul sito, come link rotti, problemi di caricamento delle pagine o form non funzionanti.
  7. Backup dei dati: Eseguire regolarmente il backup di tutti i dati del sito, inclusi i contenuti, il database e i file del sito. In caso di perdita di dati o problemi tecnici, i backup gli consentiranno di ripristinare il sito.
  8. Aggiornamenti del software: Mantenere tutti i componenti del sito aggiornati, inclusi il sistema di gestione dei contenuti (CMS), i plugin e i temi. Gli aggiornamenti spesso includono correzioni di bug e correzioni di sicurezza.
  9. Assistenza tecnica: Rispondere alle domande e alle richieste degli utenti e fornisci assistenza tecnica quando necessario.
  10. Monitoraggio della concorrenza: Tenere d’occhio la concorrenza e osservare i siti web simili per rimanere aggiornato sulle tendenze e le best practice del settore.
  11. Pianificazione futura: Pianificare il futuro del sito web. Considerare nuove funzionalità, nuovi contenuti e potenziali miglioramenti per mantenere il sito web rilevante e competitivo.

Il lavoro del webmaster non finisce mai dopo il lancio del sito. È un ruolo dinamico che richiede attenzione costante per garantire che il sito web rimanga funzionante, sicuro e rilevante nel tempo.

Come contattare il webmaster di un sito web

Per contattare il webmaster di un sito web, ci sono diverse opzioni. Ecco alcuni modi comuni per farlo:

  1. Ricerca sul sito web: Molte pagine web includono una sezione “Contatti” o “Aiuto” che fornisce informazioni su come contattare il webmaster. Cerca attentamente il sito web per trovare queste informazioni.
  2. Indirizzo email: Spesso, il contatto principale per il webmaster è un indirizzo email. Cerca una pagina “Contatti” o un’apposita sezione sul sito web che fornisca un indirizzo email per contattare il webmaster o il supporto tecnico.
  3. Modulo di contatto: Alcuni siti web offrono un modulo di contatto che puoi compilare con il tuo nome, indirizzo email e il tuo messaggio. Questo è un modo comodo per inviare una richiesta direttamente al webmaster.
  4. Social Media: Se il sito web ha profili su social media come Facebook, Twitter o LinkedIn, potresti essere in grado di inviare un messaggio privato tramite questi canali. Tuttavia, questa potrebbe non essere la modalità più diretta.
  5. Chiamata telefonica: Se riesci a trovare un numero di telefono per il sito web, potresti chiamare direttamente. Tuttavia, questa opzione potrebbe non essere disponibile per tutti i siti web.
  6. Whois Lookup: Se hai bisogno di contattare il proprietario di un dominio, puoi utilizzare servizi di ricerca Whois online per trovare le informazioni di contatto associate al dominio. Questo potrebbe includere l’indirizzo email del registrante o del contatto tecnico.
  7. Forum o community del sito: Se il sito web ha un forum o una community online, potresti essere in grado di inviare la tua domanda o il tuo messaggio attraverso questi canali. Alcuni webmaster partecipano attivamente alle discussioni sul proprio sito.
  8. Segnalazione di problemi: Se il tuo contatto con il webmaster riguarda un problema specifico sul sito, come un errore tecnico o un contenuto dannoso, cerca se c’è un link o un pulsante per segnalare problemi direttamente sulla pagina in questione.
  9. Feedback sui commenti: Se il sito web consente commenti o feedback sugli articoli o i contenuti, puoi utilizzare questa funzione per esprimere le tue domande o preoccupazioni.

Ricorda di essere chiaro e cortese nella tua comunicazione con il webmaster. Fornisci tutte le informazioni rilevanti e dettagliate sul motivo del tuo contatto per facilitare la risposta. Inoltre, tieni presente che la risposta del webmaster potrebbe richiedere del tempo, quindi sii paziente mentre attendi una risposta.

Resta aggiornato, iscriviti alla Newsletter di Dopstart

×