Indice

Cos’è il formato webp?

Il formato WebP è un formato di immagine sviluppato da Google che è progettato per comprimere le immagini in modo efficiente senza perdita di qualità. È stato annunciato per la prima volta nel 2010 come un formato aperto e gratuito, ed è diventato una delle opzioni popolari per la compressione di immagini sul web.

La storia del formato webp

Il formato WebP è stato sviluppato da Google ed è stato annunciato per la prima volta nel settembre 2010. Questo formato è stato progettato con l’obiettivo di migliorare l’efficienza della compressione delle immagini su Internet, consentendo di ridurre le dimensioni dei file delle immagini mantenendo una buona qualità visiva. Ecco una breve storia del formato WebP:

  • Settembre 2010: Google annuncia ufficialmente il formato WebP. Inizialmente, il formato viene presentato come un’alternativa aperta e gratuita a formati come JPEG, con l’obiettivo di ridurre le dimensioni dei file delle immagini sul web e migliorare le prestazioni di caricamento delle pagine.
  • 2011: Google integra il supporto per WebP in Google Chrome, il suo browser web. Questo segna l’inizio dell’adozione del formato da parte di uno dei principali browser web.
  • 2012: Alcuni importanti fornitori di browser, tra cui Opera e Mozilla, iniziano a implementare il supporto per WebP nei loro browser, ampliando così la sua diffusione.
  • 2014: Il formato WebP continua a guadagnare supporto in tutto il settore, con una crescente adozione da parte di siti web e servizi online per migliorare le prestazioni delle immagini.
  • 2018: WebP raggiunge un ulteriore traguardo quando Microsoft Edge, il browser web di Microsoft, annuncia il supporto per il formato WebP, rendendolo compatibile con tutti i principali browser.
  • 2020 e oltre: Il formato WebP continua a essere utilizzato per la compressione delle immagini e per migliorare le prestazioni web. La sua diffusione è particolarmente evidente nei siti web, nelle applicazioni e nei servizi che mirano a ottimizzare il caricamento delle immagini e a ridurre la larghezza di banda necessaria.

Il formato WebP è diventato una delle opzioni preferite per la compressione delle immagini su Internet, soprattutto grazie alla sua combinazione di dimensioni dei file più piccole e buona qualità visiva.

Caratteristiche fondamentali del formato webp

Le caratteristiche principali del formato WebP includono:

  1. Compressione efficiente: WebP utilizza tecniche di compressione avanzate che consentono di ridurre le dimensioni dei file delle immagini mantenendo una buona qualità visiva. Questo è particolarmente utile per il web, poiché le immagini più leggere si caricano più velocemente e richiedono meno larghezza di banda.
  2. Supporto per immagini fisse e animate: WebP supporta sia immagini fisse che immagini animate, rendendolo adatto per GIF animate.
  3. Trasparenza: WebP supporta la trasparenza, consentendo di creare immagini con sfondi trasparenti, simili ai file PNG.
  4. Compatibilità: WebP è supportato da diversi browser web, inclusi Chrome, Opera e Microsoft Edge. Tuttavia, non tutti i browser supportano nativamente il formato WebP, il che potrebbe richiedere l’uso di fallback o la conversione in altri formati per garantire la visualizzazione corretta su tutti i dispositivi.
  5. Riduzione delle dimensioni dei file: A causa della sua capacità di compressione efficiente, le immagini WebP tendono ad essere significativamente più piccole dei corrispondenti formati JPEG o PNG, il che è particolarmente vantaggioso per migliorare le prestazioni dei siti web.
  6. Qualità variabile: WebP offre l’opzione di variare il livello di qualità dell’immagine in base alle esigenze, il che è utile quando è necessario bilanciare la qualità e la dimensione del file.
esempio immagine formato webp
esempio immagine formato webp. Questa immagine pesa solo 45 Kb

In generale, il formato WebP è diventato popolare per la sua capacità di creare immagini di alta qualità con dimensioni dei file ridotte, contribuendo a migliorare le prestazioni dei siti web e la velocità di caricamento delle pagine. Tuttavia, poiché non è universalmente supportato da tutti i browser, potrebbe essere necessario fornire alternative o conversioni in altri formati per garantire una visualizzazione corretta su tutte le piattaforme.

Qual è la differenza tra webp e altri formati di immagine?

Il formato WebP ha alcune differenze significative rispetto ad altri formati di immagine comuni, come JPEG, PNG e GIF. Ecco alcune delle principali differenze:

  1. Compressione efficace con perdita di dati: WebP è noto per la sua capacità di compressione efficiente con perdita di dati, che riduce le dimensioni dei file mantenendo una buona qualità visiva. Questo è particolarmente vantaggioso per il web, dove le immagini più leggere si caricano più velocemente, risparmiando larghezza di banda e migliorando le prestazioni del sito.
  2. Supporto per trasparenza: A differenza del formato JPEG, che non supporta la trasparenza, WebP consente la creazione di immagini con sfondi trasparenti, rendendolo simile al formato PNG.
  3. Supporto per animazioni: WebP supporta sia immagini fisse che immagini animate, il che lo rende un’alternativa efficace al formato GIF per le animazioni.
  4. Variabilità della qualità: WebP offre un’opzione per variare il livello di qualità dell’immagine, consentendo ai creatori di bilanciare la qualità dell’immagine e le dimensioni del file in base alle esigenze.
  5. Supporto del browser: Anche se WebP è supportato da molti browser moderni, non è universalmente supportato come il formato JPEG o PNG. Pertanto, potrebbe essere necessario fornire alternative o conversioni in altri formati per garantire una visualizzazione corretta su tutte le piattaforme.
  6. Dimensioni dei file più piccole: Le immagini WebP tendono ad essere significativamente più piccole dei file equivalenti in formato JPEG o PNG, il che è particolarmente vantaggioso per i siti web in termini di risparmio di spazio di archiviazione e velocità di caricamento delle pagine.
  7. Qualità visiva: Mentre WebP offre una buona qualità visiva con la compressione, in alcune situazioni potrebbe non essere adatto per immagini ad alta risoluzione o con dettagli molto fini. In questi casi, il formato JPEG o PNG potrebbe essere preferibile.

In sintesi, il formato WebP è una scelta popolare per le immagini web grazie alla sua capacità di ridurre le dimensioni dei file mantenendo una buona qualità visiva. Tuttavia, la sua compatibilità con i browser e l’adeguatezza per specifiche esigenze dipendono dall’uso previsto, e in alcuni casi, potrebbe essere necessario utilizzare altri formati di immagine per ottenere i migliori risultati.

Altro esempi odi immagine in formato webp che pesa solo 46 kb
Altro esempi odi immagine in formato webp che pesa solo 46 kb

Perché scegliere il formato webp?

Ci sono diverse ragioni per cui potresti scegliere il formato WebP per le tue immagini. Ecco alcune delle motivazioni principali oltre a quelle già esposte sopra:

  1. Risparmio di larghezza di banda: Poiché le immagini WebP sono più piccole, richiedono meno larghezza di banda per essere trasferite via Internet. Questo è particolarmente vantaggioso per gli utenti mobili o con connessioni internet più lente, contribuendo a migliorare l’esperienza dell’utente.
  2. Supporto per animazioni: WebP supporta sia immagini fisse che immagini animate. Questo lo rende un’alternativa efficace al formato GIF per le animazioni, offrendo una maggiore qualità e dimensioni dei file più piccole.
  3. Miglioramento delle prestazioni del sito web: Utilizzando WebP, puoi ridurre le dimensioni complessive delle risorse del tuo sito web, migliorando le prestazioni del sito e ottenendo un posizionamento migliore nei motori di ricerca, dato che la velocità di caricamento della pagina è un fattore importante per l’indicizzazione.

Tuttavia, è importante notare che non tutti i browser supportano nativamente il formato WebP, il che potrebbe richiedere l’uso di fallback o la conversione in altri formati per garantire una visualizzazione corretta su tutte le piattaforme. Prima di utilizzare il formato WebP, è consigliabile verificare la compatibilità dei browser dei tuoi utenti target e considerare la possibilità di fornire alternative quando necessario.

Vantaggi del formato webp

Dimensioni ridotte: le immagini webp sono in genere molto più piccole dei formati JPEG e PNG, senza perdere qualità.

Supporto per l’interattività: le immagini webp possono supportare l’interattività, come l’animazione e il video.

Il formato WebP è principalmente un formato di immagine statica e non è noto per il suo supporto per l’interattività. A differenza di alcuni altri formati di file come GIF, che supportano animazioni semplici e interattività limitata, WebP è progettato principalmente per la compressione di immagini fisse e animate. Ciò significa che è possibile creare animazioni con WebP, ma queste animazioni sono basate su sequenze di immagini fisse e non includono funzionalità interattive avanzate.

Se hai bisogno di immagini interattive o animazioni altamente interattive, potresti voler esplorare altri formati o tecnologie, come GIF interattivi (GIF con funzionalità di clic) o l’uso di JavaScript e HTML5 per creare animazioni e interattività nei tuoi progetti web.

In generale, il formato WebP è più adatto per la compressione efficiente di immagini fisse e animate in modo da migliorare le prestazioni del caricamento delle pagine web e ridurre le dimensioni complessive dei file delle immagini, ma non è pensato per fornire funzionalità interattive avanzate.

Supporto per l’HDR: le immagini webp possono supportare l’HDR, che offre una gamma dinamica più ampia rispetto alle immagini standard.

HDR è una tecnologia che cattura e visualizza una gamma dinamica molto più ampia di luminosità e colore rispetto alle immagini standard. Mentre il formato WebP è noto per la sua capacità di fornire buona qualità con dimensioni dei file più ridotte rispetto ad altri formati, come JPEG e PNG, non è stato specificamente progettato per gestire le esigenze specifiche dell’HDR.

Tuttavia, è possibile creare immagini HDR o visualizzare immagini HDR sul web utilizzando formati e tecnologie specifiche per l’HDR, come il formato OpenEXR o il supporto HTML5. Per visualizzare correttamente immagini HDR sul web, è necessario che il browser web in uso supporti l’HDR.

Svantaggi del formato webp

Compatibilità

il formato webp è ancora relativamente nuovo, quindi non è supportato da tutti i browser.

Nonostante le sue numerose qualità, WebP non è stato universalmente adottato da tutti i browser, e questo può presentare sfide nella visualizzazione delle immagini su diverse piattaforme. Ecco alcune considerazioni sulla compatibilità di WebP:

  1. Supporto crescente: Molti browser moderni, come Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera e Microsoft Edge, hanno implementato il supporto nativo per il formato WebP. Questo significa che gli utenti di questi browser possono visualizzare immagini WebP senza problemi.
  2. Mancanza di supporto in alcuni browser: Tuttavia, alcuni browser più anziani o meno diffusi potrebbero non supportare nativamente il formato WebP. Questo include, ad esempio, Internet Explorer 11 e versioni più datate di Safari.
  3. Soluzioni di fallback: Per garantire che le immagini WebP siano visualizzate correttamente anche nei browser che non lo supportano, è possibile utilizzare soluzioni di fallback. Ciò significa fornire una versione alternativa dell’immagine in un formato più ampiamente supportato, come JPEG o PNG, insieme all’immagine WebP. I browser che non supportano WebP visualizzeranno automaticamente la versione di fallback.
  4. Conversione automatica: Alcuni servizi e strumenti di ottimizzazione delle immagini possono convertire automaticamente le immagini WebP in altri formati quando rilevano che il browser dell’utente non supporta WebP. Ciò semplifica notevolmente la gestione della compatibilità.
  5. Aggiornamenti futuri: Con il passare del tempo, è probabile che sempre più browser implementeranno il supporto per WebP o miglioreranno il supporto esistente. Monitorare l’evoluzione delle specifiche dei browser è importante per garantire una migliore compatibilità in futuro.

In generale, quando si utilizza il formato WebP, è consigliabile prendere in considerazione la compatibilità dei browser dei tuoi utenti target e pianificare di conseguenza, adottando le soluzioni di fallback o l’uso di strumenti di conversione quando necessario. Questo ti permetterà di beneficiare della compressione efficiente delle immagini offerta da WebP senza compromettere l’esperienza dell’utente.

Conversione

La conversione di immagini da altri formati a WebP può richiedere tempo e risorse, ma il processo può essere semplificato utilizzando strumenti e software appositamente progettati per questa operazione. Ecco alcune considerazioni sulla conversione di immagini in formato WebP:

  1. Software di conversione: Esistono molti software di conversione disponibili gratuitamente e a pagamento che consentono di convertire immagini in formato WebP. Questi strumenti spesso offrono una varietà di opzioni per personalizzare il processo di conversione.
  2. Strumenti online: Oltre ai software desktop, ci sono servizi online che consentono di caricare e convertire immagini in WebP direttamente dal browser. Questi strumenti sono convenienti e non richiedono l’installazione di software aggiuntivo.
  3. Automatizzazione: Per grandi raccolte di immagini, è possibile automatizzare il processo di conversione utilizzando script o programmi. Questo è particolarmente utile se si deve gestire un grande numero di immagini e si desidera risparmiare tempo.
  4. Selezione delle impostazioni: Al momento della conversione, è possibile selezionare diverse impostazioni per controllare il livello di compressione e la qualità dell’immagine WebP risultante. Questo ti consente di bilanciare le dimensioni del file e la qualità visiva in base alle tue esigenze specifiche.
  5. Monitoraggio delle prestazioni: Durante il processo di conversione, è importante monitorare le prestazioni del software o dello strumento utilizzato. Alcuni strumenti offrono la possibilità di visualizzare l’anteprima delle immagini convertite per valutare la qualità.
  6. Controllo della compatibilità: Prima di utilizzare WebP, è fondamentale verificare la compatibilità dei browser dei tuoi utenti target. Se stai convertendo immagini per un sito web o un’applicazione, assicurati di includere soluzioni di fallback per i browser che non supportano nativamente WebP.
  7. Backup delle immagini originali: Prima di convertire le immagini, assicurati di eseguire il backup delle versioni originali in modo da poterle ripristinare in caso di necessità.

In sintesi, la conversione di immagini in formato WebP può richiedere tempo e risorse, ma il processo può essere semplificato utilizzando gli strumenti e i metodi giusti. La scelta dei software e delle impostazioni appropriati, insieme alla pianificazione e al controllo della compatibilità, sono fondamentali per una conversione efficace delle immagini.

Conversione Webp to Jpg e altri online

Ecco una lista di alcuni siti web che offrono servizi di conversione online in formato WebP:

  1. Convertio (https://convertio.co/it/webp-converter/): Convertio è un servizio di conversione online molto versatile che consente di convertire immagini in formato WebP e in molti altri formati.
  2. Online-Convert (https://image.online-convert.com/convert-to-webp): Online-Convert offre uno strumento specifico per la conversione di immagini in formato WebP. È possibile caricare le immagini e selezionare diverse opzioni di conversione.
  3. EZGIF (https://ezgif.com/gif-to-webp): EZGIF è un sito specializzato nella manipolazione di file GIF, ma offre anche la possibilità di convertire GIF in formato WebP.
  4. ILoveIMG (https://www.iloveimg.com/it/convert-to-webp): ILoveIMG è una suite completa di strumenti online per la gestione delle immagini, tra cui la conversione in formato WebP.
  5. CloudConvert (https://cloudconvert.com/webp-converter): CloudConvert è un convertitore online che supporta vari formati di file, inclusi i formati di immagini. Consente la conversione in formato WebP.
  6. Squoosh (https://squoosh.app/): Squoosh è uno strumento sviluppato da Google che permette di comprimere e convertire immagini in vari formati, inclusi i file WebP.
  7. IMG2Go (https://www.img2go.com/it/webp-converter): IMG2Go è un servizio di conversione online che consente di convertire immagini in formato WebP. È possibile regolare le opzioni di conversione.

Ricorda sempre di rispettare le leggi sul copyright e la privacy quando carichi e converti immagini online. Assicurati inoltre di verificare la qualità delle immagini convertite e la compatibilità con i browser dei tuoi utenti per garantire una visualizzazione corretta.

Il futuro del formato webp

È molto probabile che il formato WebP continuerà a guadagnare popolarità nel futuro, a condizione che mantenga le sue caratteristiche di compressione efficiente e buona qualità visiva. Ci sono diverse ragioni per cui WebP potrebbe diventare sempre più comune nel panorama delle immagini su Internet:

  1. Supporto dei browser: Con sempre più browser web che aggiungono il supporto nativo per WebP, diventa più facile per gli sviluppatori web utilizzare questo formato per migliorare le prestazioni delle immagini sui loro siti. Il supporto di Chrome, Firefox, Opera, Edge e altri browser indica un interesse crescente per l’adozione di WebP.
  2. Ottimizzazione delle prestazioni: La dimensione dei file ridotta delle immagini WebP contribuisce in modo significativo a migliorare le prestazioni del sito web, riducendo i tempi di caricamento delle pagine. Poiché le prestazioni sono un fattore chiave nella valutazione dei siti web, l’adozione di WebP può diventare una pratica sempre più comune.
  3. Efficienza del traffico: Per gli utenti mobili e quelli con connessioni più lente, il risparmio di larghezza di banda offerto da WebP è prezioso. Questo fa sì che i siti web che utilizzano WebP siano più accessibili a una vasta gamma di utenti.
  4. Concorrenza tra formati: La continua ricerca di formati di immagine più efficienti è una tendenza nel mondo dell’informatica. Se il formato WebP mantiene la sua posizione di leader nella compressione efficiente con buona qualità, potrebbe diventare la scelta predefinita per molte applicazioni.
  5. Strumenti di conversione e supporto: La disponibilità di strumenti di conversione online e offline rende più semplice per gli utenti convertire le loro immagini in formato WebP, anche se i loro strumenti di editing preferiti non supportano nativamente il formato. Ciò facilita l’adozione del formato.

Tuttavia, nonostante le prospettive positive, è importante notare che la diffusione di WebP potrebbe essere influenzata dalla competizione e dall’evoluzione tecnologica. Altri formati di immagine potrebbero continuare a essere sviluppati e migliorati, e la scelta tra formati rimarrà un compromesso tra compatibilità e dimensioni dei file. La futura popolarità di WebP dipenderà da quanto bene continuerà a rispondere alle esigenze in evoluzione degli sviluppatori web e degli utenti finali.

WebP può influire negativamente sulla SEO?

Di recente su Reddit un utente ha posto il seguente quesito:

Nella mia azienda stiamo migrando un vecchio progetto (+10 anni) per utilizzare NextJS. In questo nuovo progetto, serviamo le immagini utilizzando WebP. La decisione è stata presa da noi, il team di sviluppo, in quanto questo formato è stato creato da Google promettendo una migliore esperienza per le pagine web in quanto la dimensione dei file diminuisce e la qualità non peggiora.

Il team SEO ha aperto un problema dicendo che non vuole WebP perché non è sicuro che questo formato possa influire negativamente sul SEO e vuole usare JPG.

Ho cercato su Google se WebP fosse negativo per la SEO e non ho trovato nulla al riguardo…

La risposta più gettonata e sulla quale mi sento di essere concorde è la seguente:

Il formato di file Webp rende il sito più leggero, riduce la velocità di caricamento e migliora i punteggi vitali del web. Tutti questi sono vantaggi per la SEO. Webp è più piccolo di jpg. Perché mai dovrebbero voler rimanere con il formato jpg?

Se un team SEO non è in grado di risolvere un problema così elementare come il formato dei file di immagine, è probabile che stia sbagliando altre questioni più importanti. Vi suggerisco di chiedere loro in che modo l’utilizzo di Webp influisce negativamente sulla SEO.

Conclusioni

  • Il formato webp è un formato di immagine moderno che offre una serie di vantaggi rispetto ai formati JPEG e PNG.
  • Il formato webp è ancora relativamente nuovo, ma è in costante sviluppo e sta diventando sempre più popolare.

Resta aggiornato, iscriviti alla Newsletter di Dopstart

×